Crea sito

Bloodshot Salvation Vol.2 – “Il libro dei morti” | Recensione

Tempo di lettura: 3 minuti

Torniamo a parlare di Valiant dopo l’avvento di Harbinger Wars II evento che ha scombussolato non poco l’ordine prestabilito dell’universo della grande V. Paradossalmente siamo qui oggi a recensire invece un volume che cronologicamente Star Comics avrebbe dovuto pubblicare tempo addietro, ben prima delle suddette guerre degli Harbinger. Stiamo parlando come avete intuito di Bloodshot Salvation Vol.2, secondo volume dell’ennesimo ciclo scritto dal canadese Jeff Lemire sul personaggio.

Tralasciando la voragine narrativa a cui abbiamo assistito, in cui qualcosa non deve aver funzionato nella programmazione di Star Comics, torniamo al nostro caro vecchio Bloodshot, aka Ray Garrison. Il precedente volume della serie aveva lasciato il nostro pallido eroe alle prese con la setta di ‘papino’, genitore biologico di Magic, l’attuale compagna di Bloodshot con la quale ha dato alla vita Jessie.

Bloodshot Salvation 2 p1

La quiete che tanto Ray ha combatutto per conquistare si era infatti trasformata nell’ennesimo incubo quando il padre di Magic, un uomo violento e perverso, è riuscito a mettersi in contatto con la figlia, intimandogli di fare ritorno a casa, nella comunità malsana gestita da ‘paparino’. Ray si subito messe alla ricerca di questa comunità con l’intento di sistemare le cose con le buone o le cattive maniere. Purtroppo i naniti, la sua arma segreta, lo hanno tradito nel momento cruciale – disattivati dagli uomini di OMEN – permettendo ai bifolchi di avere la meglio su di lui. L’intervento di Ninja-K tuttavia si rivela provvidenziale e salva Ray da una bruttissima sorte. La quiete non sembra essere prossima a fare il suo ritorno nella vita di Bloodshot. Durante la sua lontananza da casa la piccola Jessie si ammala a causa dei naniti eridati dal padre che sembrano determinati ad aggredire l’organismo ospitante. Nonostante l’intervento del GATE e dei migliori specialisti la piccola sembra non poter essere salvata. Ray tuttavia è disposto a qualsiasi cosa pur di rimediare al danno compiuto, anche ad attraversare il regno degli inferi…ed è proprio quello che farà. Ninja-K sembra infatti conoscere qualcuno in grado di salvare la piccola. Quello di cui non è certo è il prezzo che questo qualcuno pretenderà in cambio. Inizia quindi la discesa negli inferi per Bloodshot che, semplicemente armato di fucile e della propria volonta – e si anche di Bloodhound – si dirigirà in quella che viene chiama la Zona Morta.Bloodshot Salvation 2

Un volume di ottima fattura, sia per la storia che per i disegni. Un Renato Guedes che da prova di tutta la sua bravura con il suo stile realistico, perfettamente in linea, sia per qualità che per impostazione, agli stile dei precedenti artisti che hanno lavorato alla serie (Lewis Larosa) dando un fort senso di continuità alla storia. L’intreccio proposto da Lemire non ha lo stesso impatto che aveva nel primo numero. Molto simile, forse troppo per certi versi, alla parabola vista in X-O Manowar del recente Matt Kindt. Una storia che quindi non va ad aggiungere molto al ritratto psiocologico visto nel primo story-arc. Tuttavia il volume è comunque una pregevole lettura grazie ad un paio di episodi davvero convincenti. Uno su tutti, e non si poteva non citarlo in questo articolo, è il secondo episodio interamente scritto e disegnato da Jeff Lemire. Un episodio completamente ‘cieco’ in cui il fumettista canadese da il meglio di se nel ricreare la perfetta sensazione di ciecità di cui soffre temporaneamente Bloodshot. Un elogio allo story-telling in uno dei punti più alti della sua carriera. Quantomeno non è da tutti raccontare una storia in 24 tavole completamente nere e con il solo ausilio di voci, pensieri, onomatopee e un abbozzo di layout della pagina. Un numero che da solo secondo me vale già tutti i soldi del volume.

L’unica pecca che mi sento di appuntare a questo volume è il momento in cui esce perché per il resto è una perfetta prosecuzione del già ottimo lavoro impostato da Jeff Lemire e compagnia.

To put it simply 8,90€
  • Bloodshot Salvation Vol.2 - "Il libro dei morti"
3.7

Lemire ci mette del suo finalmente!

NELLA ZONA MORTA!

Anni fa, l’avveniristica tecnologia del Progetto Spirito Nascente, i “naniti”, trasformarono Ray Garrison nell’arma vivente chiamata Bloodshot. Ora quelle stesse microscopiche macchine hanno infestato il corpo della sua figlia neonata e minacciano di distruggerla dall’interno. Con la vita di un’innocente appesa a un filo, Bloodshot dovrà prendere una drammatica decisione: guardare la piccola Jessie morire o confrontarsi con la morte stessa… e stringere un accordo per salvare la bimba.

Con solo il fedele Bloodhound e l’enigmatico eroe noto come Shadowman a fargli da guida, Ray sta per intraprendere un surreale viaggio nella dimensione demoniaca chiamata Zona Morta, per salvare una vita… o sacrificare la propria.

Jeff Lemire e Ray Fawkes vi accompagneranno insieme a Bloodshot in un viaggio sconvolgente nei meandri più oscuri, fino ad arrivare faccia a faccia con la morte stessa!

Contiene BLOODSHOT SALVATION #6-9.

Sending
User Review
0 (0 votes)

Rispondi