Crea sito

Grizzlyshark – Una follia firmata Ryan Ottley | Recensione

Tempo di lettura: 3 minuti

La scorsa Lucca, Saldapress ha portato per la prima volta in Italia Ryan Ottley disegnatore in forte ascesa in questi ultimi anni, tanto talentuoso da accaparrarsi il ruolo di disegnatore principale di Invincible prima, e The Amazing Spider-Man poi. L’occasione era giotta per introdurre il pubblico italiano a Grizzlyshark, la divertentissima e delirante miniserie, raccolta da Saldapress in un unico volume cartonato, concepita insieme Jason Howard (disegnatore di Trees), in cui Ottley scatena tutta la sua creatività.

Grizzlyshark, come suggerisce il titolo, si parla di squali e di orsi grizzly. La malsana idea di farne un fumetto è nata durante una delle tante conversazioni e mete sciolta tra Ottley e Jason Howard di ritorno da uno dei tanti festival del fumetto. Nel fantasticare dei due autori gli squali si sono evolutifuori dall’acqua, spodestando gli orsi grizzly dal loro dominio sulla foresta. La storia è stata ripresa anche da Robert Kirkman che dopo essere stato messo al corrente del progetto, si è offerto di scriverne una “illuminante” genesi che trovate qui sotto.

Grizzlyshark_2Tralasciamo quel simpaticone di Robert Kirkman e torniamo a parlare della serie in sè. Grizzlyshark segue le avventure di un gruppo di scellerati, come Donnie, che hanno la malaugurata idea di avventurarsi nella foresta non curanti degli squali. Sopravvissuto, si fa per dire, al morso di uno di questi,Donnie e suo cugino Jonbob, un ragazzone tanto sempliciotto quando dotato di una forza incredibile, tentano di sopravvivere agli attacchi degli improbabili predatori. Il volume si compone di una serie di gag demenziali e irriverenti, intramezzate da una quanto mai esigua trama orizzontale. Una lettura veloce e cadenzata dal rapido susseguirsi di gag che spaziano dal gore, allo splatter e al no sense più esasperato. Grizzlyshark_1L’intero volume è un crescendo di situazioni al limite ed il finale non è da meno con lo scontro – tamarro è dirgli poco – tra il grizzly e lo squalo, ovviamente fuori dall’acqua. La mancanza di una vera e propria trama orizzontale si fa sentire appena prima del finale, ma è al contempo una condizione necessaria a rendere Grizzlyshark quello che è. Non c’è dubbio che Ottley si sia divertito come un pazzo nel creare questa miniserie, che infondo se presa con il giusto spirito regala quella mezzoretta di divertitimento. Se state cercando qualcosa di diverso siete decisamente fuori strada, anche perché il titoli e la copertina sono abbastanza autoesplicative di quello che potete aspettarvi. Al netto di questo, non avrebbe senso valutare Grizzlyshark come qualcosa di diverso dall’esercizio di stile che è, seppur un esercizio di stile ben riuscito e che si sposa alla perfezione con le caratteristiche di Ottley nel rappresentare scene di smembramenti & co.

To put it simply 19,90€
  • GrizzlyShark
2.2

Una follia firmata Ryan Ottley

GrizzlyShark Ryan Ottley, lo storico disegnatore di INVINCIBLE, ha creato, scritto e disegnato uno dei graphic novel più folli e divertenti degli ultimi anni. Una scorribanda gore e splatter degna di SHARKNADO, ma questa volta la furia degli squali è ancora più surreale.
Protagonista della storia è infatti la razza animale più temuta e feroce del pianeta: quella degli squali grizzly. Gli squali grizzly si appostano nelle foreste e nei boschi, pronti a divorare senza pietà chiunque capiti loro a tiro. A fronteggiarli sarà un improbabile gruppo di esseri umani feriti, mutilati e completamente fuori di testa.
GRIZZLYSHARK è un cult senza freni, in cui avventura, comicità e follia la fanno da padrone. Non vi siete mai imbattuti in squali come questi.

Attributi Volume
Dati 18×27,6, C, 128 pp., a colori
Titolo Grizzlyshark
Autore Ryan Ottley, Ivan Plascencia
Collana Fuori collana
ISBN 9788869195389
Sending
User Review
0 (0 votes)

Rispondi